giovedì 2 luglio 2015

Funzione e bellezza nelle lampade di Gabriele Gratton


CHI E’ GABRIELE GRATTON?

In una parola sola mi definirei un creativo, mi piace reinventare quello che ho, trovo o mi danno.Da un rotolo di spago realizzo una lampada, da tubi di plotter un appendiabiti. Fin da bambino mi piaceva creare, disegnare, colorare. Da una scatola di cartone nasceva una macchina o almeno io la vedevo così. Mi definirei anche un sognatore, cerco di vedere il bello nelle cose e cerco di imprimerlo in quello che creo. Il mio percorso professionale è stato tecnico perché mi hanno sempre detto che nella vita bisogna essere pratici non troppo sognatori, quindi quello che realizzo penso sia un insieme di queste due cose, la funzione e la bellezza. Spesso utilizzo materiali di recupero, scarti di lavorazioni che riadatto e alle quali ridò una seconda vita. Mi piacerebbe proseguire il mio percorso di crescita creativa “rimodernando e reinventando” complementi d'arredo che ormai ci hanno stancato o stonano con un arredo contemporaneo.

 

CHE STATO D’ANIMO HAI QUANDO LE REALIZZI?

Quando creo ho un senso di euforia, un insieme di emozioni difficili da spiegare che mi fanno lavorare veloce con la mente e con le mani.

COSA RAPPRESENTI NELLE TUE OPERE DI DESIGN?

Il bello della vita, la gioia, il colore, il calore … in poche parole sensazioni, emozioni che spero di evocare. Negli anni ho realizzato quasi solo lampade perché con i giochi di luci e ombre si hanno grandi effetti, inoltre devono essere sia belle da spente che da accese, non troppo cariche ma neanche troppo smorte e sopratutto collocabili in qualunque contesto creativo.

CHE TIPO DI ARRICCHIMENTO POTREBBE DARE IN UN ORDINARIO CONTESTO ABITABILE?

Quello che realizzo va a rompere gli schemi, mi piacerebbe prima di iniziare un’opera avere un contatto con chi poi andrà a comprarla per capire che tipo di persona sarà il suo fruitore, e in quale ambiente andrà ad essere collocata. Penso che le mie opere siano qualcosa di diverso, non il solito complemento d'arredo necessario per abbellire una stanza, ma un qualcosa che si differenzia e allo stesso tempo si amalgama, con un valore aggiunto rispetto ad un ordinario contesto abitabile.

 fb grabriele gratton

Nessun commento:

Posta un commento