lunedì 2 marzo 2015

Casa Gnello: "Se abbatti parete non sai cosa trovi!"

A volte anche i luoghi più solidi e rassicuranti, come le case in cui viviamo, si rivelano entità vive e in continuo mutamento. 

Abitavo in questa casa da circa un anno e mezzo e avevo chiamato una ditta per sistemare una parete, rivestita in cartongesso, che mancava di una buona coibentazione per il freddo. È un lavoro semplice: si butta giù il rivestimento in cartongesso, si posiziona una apposita lana e si ricopre con il cartongesso. 
Il giorno dei lavori però i muratori mi chiamarono in ufficio dicendomi di passare per casa, perché era saltato fuori qualcosa di strano dietro la parete. Dietro quella anonima parete in cartongesso c'era una parete a mattoni con degli archi che qualche precedente proprietario della casa, privo di gusto, aveva fatto coprire


A quel punto abbiamo tirato fuori del tutto la parete, pulita e sistemata. Poi, dopo alcuni giorni di riflessione, abbiamo deciso di dipingerla di bianco, per renderla coerente con il resto della casa
Così, inaspettatamente, la casa mi ha regalato una nuova parete e un nuovo profilo, che ora devo decidere come arredare. Magari con uno degli oggetti suggeriti da Tanguy!


Nessun commento:

Posta un commento