mercoledì 11 febbraio 2015

L'Arte ci racconta le nostre vite




Come la pagina di un diario l'arte ci racconta le nostre vite come l'evoluzione di un'artista, anche le nostre vite sono fatte di stagioni e periodi diversi. 

Questo è il quadro di un momento della vita di Margherita,il suo oggetto delle meraviglie, realizzato dall'artista 
Giò Alberti

A settembre 2005 mio fratello Giovanni stava per trasferirsi a Bologna per frequentare l'Accademia d'Arte. Incominciava così un autunno nuovo per noi, senza le confidenze e le risate del mattino, le cene assieme, i dispetti e gli scherzi tra fratelli. Partiva con i suoi progetti e probabilmente con qualche paura. Disegnava da anni, ma per la prima volta i suoi dipinti non sarebbero stati solo espressione privata ma giudicati da insegnanti e professori, avrebbe imparato nuove tecniche, si sarebbe esercitato sul marmo prima, sull'argilla e sul gesso poi realizzando sculture e installazioni. 


Negli anni ha sperimentato tecniche e materiali diversi e ora riguardando il quadro che ho scelto di presentare, lo scopro acerbo e espressione della sofferta immaturità dei vent'anni; prezioso ricordo degli anni in cui ancora vivevamo tutti assieme e ci affacciavamo tentennanti e insicuri sull'età adulta.Tra i tanti disegni appoggiati sul cavalletto da lavoro avevo voluto proprio “Introspezione-Esistenza”, mi aveva colpito il titolo e i tanti colori che si univano e sfumavano in un risultato di luci, ombre e figure geometriche. Da quel giorno è appeso nella mia vecchia camera a casa dei miei genitori, sopra il mio letto. Tante volte ho pensato di portarlo con me nei tanti trasferimenti, ma è quasi come il suo posto fosse lì, nella mia stanza di ragazzina, come fosse una pagina segreta di un diario o una vecchia fotografia.





Nessun commento:

Posta un commento